Il metodo del filtro a mano

In linea di massima, si distinguono due modi principali per preparare il caffè: quello con e quello senza pressione. Il risultato non è solo una questione di gusti: il caffè prescelto deve essere sempre adeguato alla forma di preparazione, in modo da poter gustare un aroma completo. Quando si parla di preparazione senza pressione, significa che la procedura d’infusione avviene senza produrre pressione con l’acqua. Essa è utilizzata per la preparazione direttamente in tazza, con la moka turca, l’utilizzo di filtri quali il filtro a mano, il filtro di ceramica, il filtro di carta,
con la macchina da caffè, con il filtro nel bricco thermos, con il bricco alla napoletana e altre forme particolari con l’impiego del filtro. La preparazione con pressione presuppone l’utilizzo dell’acqua sottoposta a ulteriore pressione sulla polvere di caffè. Questa procedura di preparazione prevede l’utilizzo di bricchi con vapore a pressione come il percolatore, la macchina con stantuffo di vetro, la macchina da espresso o moka, particolari varietà di moka, bricchi con stantuffo a pressione, macchine da caffè, macchine semiautomatiche, macchine da caffè a leva, macchine superautomatiche con tecnica a stantuffo, macchine da caffè per cialde o capsule e distributori automatici.

Metodi di filtratura.
Chi desidera fare a meno del fondo di caffè, deve filtrarlo. Grazie al filtro da caffè, la bevanda viene separata dal fondo di caffè e ciò può avvenire manualmente oppure meccanicamente. Il gusto è definito in modo determinante dal grado di macinatura e dalla temperatura dell’acqua. Il metodo che si avvale del filtro a mano oppure l’infusione manuale stanno vivendo attualmente un vero e proprio ritorno sulla scena. Affinché questo metodo riesca alla perfezione, la polvere di caffè macinata con grado medio-fine viene innanzitutto rigenerata con l’infusione in acqua bollente, in modo che tutti gli aromi si sprigionino a dovere. Di seguito, si susseguono diverse altre infusioni in acqua bollente.

Gli aspetti più importanti della preparazione del caffè con filtro manuale:
1. Grado di macinatura dei grani: una macinatura medio-fine permette all’acqua di inserirsi lentamente e uniformemente attraverso il filtro. In questo modo, gli aromi del caffè si sprigionano in modo efficace.
2. Temperatura d’infusione dell’acqua: la temperatura ottimale è 92-96° C.
3. Rapporto tra polvere di caffè e quantità d’acqua: per 100-125 ml d’acqua ci vogliono da 6 a 8 g di polvere di caffè. Il grado di macinatura e la temperatura dell’acqua determinano il gusto.
4. Tempo d’infusione: da 3 a 4 minuti nel migliore dei casi.

La procedura corretta

1.

Il filtro di carta viene inserito nell’apertura a imbuto del filtro di porcellana e inumidito con acqua bollente. I pori della carta si aprono a contatto con l’acqua calda permettendo così agli aromi del caffè di filtrare meglio attraverso il filtro.

2.

Si aggiunge poi la polvere di caffè che deve essere distribuita in modo omogeneo. Fondamentale per l’estrazione.

3.

Si versa una parte dell’acqua bollente nel filtro, in modo che la polvere di caffè sia coperta a filo. Dopo alcuni secondi, si versa il resto dell’acqua con movimenti circolari, così si utilizza tutta la polvere di caffè.

4.

L’acqua dovrebbe essere filtrata completamente entro 3-4 minuti.

indietro top
Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità orientata alle tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento tranne che al link sopra indicato, acconsenti automaticamente all’uso dei cookie.
ok