La varietà nella preparazione del caffè: la caffettiera a stantuffo

La varietà nella preparazione del caffè: la caffettiera a stantuffo

Questo secondo articolo sulla varietà nella preparazione del caffè è dedicato a uno strumento molto amato: la caffettiera a stantuffo, conosciuta anche come French Press o Coffee Plunger. Diventata ormai un vero classico, è facile e veloce da maneggiare e disponibile in diverse misure.

Come anticipato nel primo articolo della serie, i metodi di preparazione del caffè sono innumerevoli: si va dal tradizionale al trendy, dal semplice al complesso, dal manuale al meccanico… ma i metodi variano anche a seconda del paese di produzione. Tuttavia, il principio di base resta invariato: i chicchi di caffè vengono macinati e infusi in acqua bollente per ottenere una bevanda aromatica. La distinzione principale è tra due tipi di preparazione: quella con e quella senza pressione. Il risultato non è solo una questione di gusti, perché la preparazione deve sempre essere adatta al tipo di caffè prescelto.

Preparazione senza pressione significa che la procedura d’infusione avviene senza produrre pressione con l’acqua. Si usa per la preparazione direttamente in tazza, con la moka turca, l’utilizzo di filtri quali il filtro a mano, il filtro di ceramica, il filtro di carta, con il filtro nel bricco-thermos, con il bricco alla napoletana e altre forme particolari di filtro. La preparazione con pressione presuppone l’utilizzo dell’acqua sottoposta a ulteriore pressione sulla polvere di caffè. Questa procedura di preparazione prevede l’utilizzo di bricchi con vapore a pressione come il percolatore, la macchina con stantuffo di vetro, la moka, particolari varietà di moka, French Press, macchine da caffè, macchine semiautomatiche, macchine da caffè a leva, macchine superautomatiche con tecnica a stantuffo, macchine da caffè per cialde o capsule, distributori automatici e altri modelli speciali.

La caffettiera a stantuffo:
Sempre più popolare, la caffettiera a stantuffo offre diversi vantaggi: Consente di preparare facilmente anche piccole quantità Il caffè preparato con questo metodo ha un gusto pieno e corposo e un aroma molto intenso L’aroma può essere regolato a piacimento agendo su parametri come il tempo d’infusione, il grado di macinatura, la temperatura e la quantità di caffè

Qualche suggerimento per ottenere il gusto migliore:


1-2 | Preriscaldare la caffettiera a stantuffo con acqua molto calda (90-94° C) per limitare la perdita di calore. L’acqua utilizzata per il preriscaldamento viene poi scolata. Versare la quantità desiderata di caffè macinato nella caffettiera e versarci sopra dai 50 ai 100 ml di acqua, mescolando lentamente; dopo averlo fatto brevemente rinvenire, versare il resto dell’acqua e continuare a mescolare. Per la caffettiera a stantuffo si consiglia una macinatura da media a grossa. Poiché questo tipo di caffettiera non è dotato di filtro, l’acqua impiega più tempo per passare il caffè macinato.
3 | Mettere il coperchio sulla caffettiera e premere leggermente lo stantuffo in modo che il caffè macinato resti sott’acqua; lasciare riposare qualche minuto per permettere al caffè di depositarsi.
4 | Dopo circa 3-5 minuti, a seconda dell’intensità desiderata, spingere lentamente lo stantuffo o pressino verso il fondo della caffettiera; in questo modo si separa il caffè pronto dalla polvere. 5 | Il caffè può essere servito direttamente dalla caffettiera. Pulire accuratamente il setaccio dopo l’uso.

indietro top