Le piantagioni in Tanzania

La varietà di un continente si svela anche nella produzione del caffè

Nell’agosto del 2012, Peter Schreyögg ha fatto un viaggio in Africa del Sud, in Tanzania per la precisione, terra del caffè. Giunto all’aeroporto di Kilimangiaro, si è subito diretto alla volta di Moshi, città che molti turisti hanno eletto punto di partenza per la salita sul Kilimangiaro, e dove ha visitato molte piantagioni di caffè.

L’economia della Tanzania è una delle più povere al mondo e si basa prevalentemente sull’agricoltura, che impiega più del 75% della popolazione. La coltivazione di caffè costituisce una delle fonti di guadagno più rilevanti e gioca un ruolo fondamentale nell’economia. Già durante il viaggio verso Moshi, si è reso subito chiaro che il territorio è molto desertico, mentre invece tra le montagne la vegetazione si presenta con  caratteristiche tropicali, il che rivela conidzioni ottimali per la coltivazione del caffè. Successivamente, in occasione delle degustazioni presso varie fattorie, Peter Schreyögg ha potuto constatare che il caffè della varietà Arabica coltivato in Tanzania, indicato anche come caffè del Kilimangiaro, si distingue per una spiccata corposità e un’acidità delicata. Il gusto, poi, non differisce di molto da quello del caffè del Kenia. Il caffè di varietà Arabica, coltivato nella regione del Kilimangiaro, è perlopiù lavorato in umido. Gli spostamenti tra le piantagioni erano accompagnati da piante da ombra tipiche della vegetazione boschiva oppure piante utili presso le piante da caffè, come i banani che con le loro grandi foglie proteggono dai raggi solari.
La varietà Robusta nella regione meidionale di Bukoba, che ospita la piantagione principale di questa varietà, è invece lavorata a secco. Uno dei momenti culminanti di questo viaggio dedicato al caffè si è svolto alla borsa locale di Moshi, dove una volta a settimana ha luogo l’asta del caffè grezzo. Questo evento è avvolto da un fascino internazionale, con commercianti provenienti anche dall’estero.

La piantagioni in TanzaniaLa piantagioni in Tanzania
Le piantagioni in TanzaniaLe piantagioni in Tanzania
indietro top