Dal negozio di specialità alla passione per il caffè

Il 6 giugno 1960, in via Portici a Merano fu installata una tostatrice più grande, grazie alla quale si potevano tostare ben 45 kg di caffè alla volta. Negli anni successivi, l’introduzione di questa novità comportò importanti cambiamenti nel negozio di specialità gastronomiche.

Contemporaneamente, Josef Paul Schreyögg decise di ridurre sensibilmente il ricco assortimento di prodotti alimentari presenti in negozio, ma anche di limitare il commercio di specialità gastronomiche e liquori, con lo scopo di concentrarsi sulla tostatura del caffè. Solo negli anni ’70, il padre di Peter Schreyögg osò cimentarsi esclusivamente nella produzione di specialità di caffè di pregiata qualità. Grazie al boom degli anni ’70, Merano poté vivere un successo sempre crescente di turisti, tanto che il fabbisogno di beni di consumo nel settore gastronomico crebbe rapidamente. Soddisfare questa esigenza diventò l’obiettivo della torrefazione caffè Schreyögg: dall’espresso al caffè da filtro, l’azienda iniziò a proporre tutte le specialità di caffè immaginabili.

indietro top