Schreyögg: sapori coloniali

un po' di storia

L’azienda Schreyögg vanta una storia di 120 anni di attività familiare: oggi, la tradizione e l’esperienza sono il fiore all’occhiello anche della quarta generazione.

La storia della torrefazione caffè Schreyögg iniziò quando nel 1890 il nonno di Peter Schreyögg, il commerciante Josef Schreyögg, aprì a Merano un negozio di specialità gastronomiche con generi alimentari di provenienza coloniale, tra cui spiccavano diverse varietà di caffè da tutto il mondo. Dapprima, la bottega in piazza Grano era un negozio al dettaglio, ma il costante aumento dell’assortimento richiese un rapido sviluppo, tanto che l’allora negozio di spezie e specialità gastronomiche Josef Schreyögg si trasformò in un centro all’ingrosso. La gastronomia locale fu ben presto arricchita di prodotti pregiati importati da tutta Europa: caffè, tè, vini dal Tirolo, dalle zone del Reno, della Mosella e dall’Ungheria, pasta fresca, riso, frutta, verdura e una quantità di prodotti esotici. Il successo della vendita del caffè, indusse Josef Schreyögg nel 1905 a importare i chicchi di caffè e occuparsi direttamente della loro tostatura. Questa decisione coincise con l’acquisto di una tostatrice elettrica della capa cità di 5 kg, che ancora oggi fa bella mostra di sé all’ingresso della torrefazione caffè di Parcines. Nel 1945 Josef Paul Schreyögg, figlio del fondatore, s’incaricò della gestione del negozio e, in seguito, ingrandì il centro di distribuzione di prodotti alimentari all’ingrosso e la torrefazione caffè.
Gli anni Settanta hanno poi segnato un’importante svolta nel successo dell’azienda Schreyögg, grazie alla specializzazione nella produzione di caffè. Fase che continua ancora oggi.

indietro top